martedì 17 gennaio 2012

Il bloggo dello scrivitorio

A parte me, che programmaticamente ne ho fatto una ragion d'essere (hai presente come si chiama questo blog, vero?), ultimamente sto riscontrando una certa diffusa stitichezza digitale, almeno fra le stimate menti che mi onoro di ospitare nel mio blogroll. Non so quale sia la causa, che probabilmente non è uguale per tutti (proprio come la legge in Italia), ma sta di fatto che parecchi dei blog che mi piace frequentare sono fermi ai post di qualche settimana fa. Sarà il letargo, imposto dai rigori insolitamente severi di quest'inverno, o forse sarà una fisiologica fase di stanca? Oppure, magari, una diffusa sensazione di inutilità che si sta insinuando nel cuore scrivitorio dell'umanità bloggante. A che serve, dopo tutto, condividere nello spazio digitale aneddoti e curiosità, sfoghi e contumelie, videi e musiche, foto e ricette? Ricette di ogni genere, ricette per la pasta in bianco e ricette per tenersi il marito, ricette per dormire la notte e ricette per non sognare ad occhi aperti, ricette per scaricare gratuitamente utili applicazioni per smartphone e ricette per scaricare brutalmente fidanzati inutili. Insomma, l'universo bloggo sembra popolato da un'esercito di ricettatori a riposo. Provo ad abbozzare un'ipotiposi: una chilometrica fila di blogger bloggati, ammassata davanti all'unica farmacia di turno, con l'improbo obiettivo di spacciare questa pletora di ricette ad un ipotetico paziente lettore che è inesorabilmente scomparso. O, forse, anche lui, è rimasto bloggato da qualche altra parte. Nella vita vera, probabilmente. Be, allora, ci vediamo là, ok? Non tutti insieme,però. Altrimenti bloggheremmo anche il traffico che, modestamente, non ne ha proprio bisogno.

Nessun commento:

Etichette

accompagnare il colpo (1) acido (1) addio (2) advertising (1) aloneness (1) animali (2) anni '70 (2) ansia (1) antichrist (1) aria (1) aristotele (1) arrivederci (1) AS ROMA (3) assenza (1) ASTI (1) autocommiserazione (2) autoindulgenza (1) bambini (3) barefoot (2) Basho (1) bestemmie (2) BRASSENS (10) campari (1) capomissione (1) catarsi (2) cazzate (1) chinotto (1) cibo (1) cinismo (1) Claudio (1) co-dependency (1) combinazioni (2) consapevolezza (2) convitato (1) cubanocho (1) culo (1) derviscio (1) desiderio (1) dialetto (2) dignità (1) Dio (2) divina (1) essere umani (2) google (1) gratitudine (4) grazie (2) Hafez (3) Hagakure (1) haiku (1) haiti (8) ignoranza (3) imprecazioni (1) infischiarsene (1) integrità (1) intenzione (2) iperboli (1) libertà (1) loneliness (1) macchina (1) macrobiotica (2) maestri (3) maiali (1) manifestazione (1) Martissant (3) mauvaisereputation (1) max cosci (1) medici senza frontiere (4) merda (5) meritocrazia (1) messaggero (1) Mevlana (1) MIMMO FERRETTI (1) missione (2) misticismo (1) mitchell (1) mondegreen (1) morte (2) msf (5) mutande (1) nazismo (1) neologismo (1) Neropositivo (1) obama (2) ombra (1) orwell (1) Osho (4) ospedali (2) Papà (2) papaveri (2) parola (2) parolacce (1) parole (2) passione (1) patata (2) paura (1) petrolini (1) piacioni (1) poesia (5) preparazione (1) presente (3) primal (1) prostituzione (2) pubblicità (1) religione (1) repubblica (2) ricetta (3) riconoscenza (2) rifarsi (2) ringraziamento (3) romanesco (4) Rumi (4) samurai (1) sardegna (1) schifo. vergogna (1) serendipity (1) silenzio (6) sinistra (1) solità (1) solodarietà (1) sopravvivenza (1) stronzosauri (1) stupidità (1) sufi (12) superficialità (1) t.s. eliot (1) tao (3) taoismo (2) tempo (1) terra. (1) terremoto (1) tips (1) tofu (1) topica (1) traduzione (2) transgressione (1) turpiloquio (1) umanità (1) umiliazione (1) umore (1) vaffanculo (1) vanità (1) vegetariano (1) verbosità (1) vergogna (2) verità (3) vetriolo (2) viale marconi (1) video (1) vignette (1) vino (1) violenza (1) volontà (2) vuoto (4) yin e yang (1)