venerdì 29 ottobre 2010

La Folie

Il freddo, l’uggia, la nostalgia, mi portano oggi a postare la ricetta di un cocktail, o meglio di un long drink, che improvvisai sulla base del White Lady una venticinquina di anni fa, e che diede grandi soddisfazioni al mio palato. Il nome lo mutuai da una canzone “parlata“ degli Stranglers, gruppo pseudo punk che – fino ad un certo album – sono ancora ospiti fissi del mio cuore. Non avendo nientedadire, come spesso accade, anche perché, forse ce ne sarebbe troppo e a sproposito, occuperò questo spazio con le note dolci del drink e quelle amare della canzone. Prima la ricetta::
Nello shaker versa
1/3 di Gin,
1/3 di Cointreau,
1/3 di succo di limone
aggiungi una quantità equivalente di succo di pera, direttamente dal frigo, (così eviti o riduci il ghiaccio ad un solo paio di cubetti)
stillaci dentro un paio di gocce di Angostura.
Sbatti, oppure, se non puoi, scuoti.
Versa in un bello zombie (è il nome del bicchiere) e ascolta questa

Buon venerdì.

2 commenti:

LaCò ha detto...

Mi fai venire sete e non posso attaccarmi alla bottiglia di acqua rocchetta farebbe troppo triste

vix ha detto...

vabè, ora rocchettati alla botta di acquiglia, che qualcuno deve guidare :D


(ps,. io una lattina di JDC me la tengo in frigo per il ritorno;)

Etichette

accompagnare il colpo (1) acido (1) addio (2) advertising (1) aloneness (1) animali (2) anni '70 (2) ansia (1) antichrist (1) aria (1) aristotele (1) arrivederci (1) AS ROMA (3) assenza (1) ASTI (1) autocommiserazione (2) autoindulgenza (1) bambini (3) barefoot (2) Basho (1) bestemmie (2) BRASSENS (10) campari (1) capomissione (1) catarsi (2) cazzate (1) chinotto (1) cibo (1) cinismo (1) Claudio (1) co-dependency (1) combinazioni (2) consapevolezza (2) convitato (1) cubanocho (1) culo (1) derviscio (1) desiderio (1) dialetto (2) dignità (1) Dio (2) divina (1) essere umani (2) google (1) gratitudine (4) grazie (2) Hafez (3) Hagakure (1) haiku (1) haiti (8) ignoranza (3) imprecazioni (1) infischiarsene (1) integrità (1) intenzione (2) iperboli (1) libertà (1) loneliness (1) macchina (1) macrobiotica (2) maestri (3) maiali (1) manifestazione (1) Martissant (3) mauvaisereputation (1) max cosci (1) medici senza frontiere (4) merda (5) meritocrazia (1) messaggero (1) Mevlana (1) MIMMO FERRETTI (1) missione (2) misticismo (1) mitchell (1) mondegreen (1) morte (2) msf (5) mutande (1) nazismo (1) neologismo (1) Neropositivo (1) obama (2) ombra (1) orwell (1) Osho (4) ospedali (2) Papà (2) papaveri (2) parola (2) parolacce (1) parole (2) passione (1) patata (2) paura (1) petrolini (1) piacioni (1) poesia (5) preparazione (1) presente (3) primal (1) prostituzione (2) pubblicità (1) religione (1) repubblica (2) ricetta (3) riconoscenza (2) rifarsi (2) ringraziamento (3) romanesco (4) Rumi (4) samurai (1) sardegna (1) schifo. vergogna (1) serendipity (1) silenzio (6) sinistra (1) solità (1) solodarietà (1) sopravvivenza (1) stronzosauri (1) stupidità (1) sufi (12) superficialità (1) t.s. eliot (1) tao (3) taoismo (2) tempo (1) terra. (1) terremoto (1) tips (1) tofu (1) topica (1) traduzione (2) transgressione (1) turpiloquio (1) umanità (1) umiliazione (1) umore (1) vaffanculo (1) vanità (1) vegetariano (1) verbosità (1) vergogna (2) verità (3) vetriolo (2) viale marconi (1) video (1) vignette (1) vino (1) violenza (1) volontà (2) vuoto (4) yin e yang (1)