giovedì 19 marzo 2009

Fareste uscire vostra figlia con questi due?




Allora, domani è venerdì sera, TGIF dicono l'ameregani, e nonostante la crisi e il riflusso di austerity, il desiderio di cancellare una settimana di fatica con una serata divertente, con gli amici più cari, nel posto preferito, porterà molti/e adolescenti, postadolescenti, maggiorenni a carico, a formulare una fatidica domanda.

Stacco.

Prima di leggere la domanda, che probabilmente avrete intuito, approfittate della tecnica cinematografica del flashback e inquadrate voi stessi nella posizione dell'adolescente, postadolescente, maggiorenne a carico, che si appropinqua al genitore per svoltare l'agognata, liberatoria uscita. E' un esercizio facile - spero - e non troppo doloroso (questo me lo auguro ancora di più). Ma, soprattutto, è un esercizio di correttezza, credo, nei confronti delle generazioni successive alla propria.
Ora, anche se non ero aduso ad un certo linguaggio - non apprezzato molto - a casa mia, mi piace rivedere così la scena:
un giovane sbarbato - per età non per rasatura - magari un po' rotondo, forse con un brufolo, si avvicina con scioltezza al padre, seduto in poltrona a leggere il giornale, con gli occhiali, le pantofole e la canottiera (i papà portavano la canottiera) e con nonchalante baldanza, ma con gli occhi sfuggenti, azzardava:


"A papà (o mamma), che m'allenti du' scudi, che d'oo 'sci' c'aa commitiva?"

No, non è onesto: non mi sarei mai sognato di approcciare la questione con questo piglio così volitivo.
Quindi, stacco, torniamo al presente.
Cosa fareste se, avendo una figlia (o un figlio), vi venisse posta la seguente, diplomatica richiesta:

"Papi ( o mami), sai che la prof d'Italiano, sìì quella simpatica, giovane...sì, la frikkettona... be' ci ha detto che domani sera c'è un reading di due autori... un reading è una lettura in pubblico, sì fa anche ridere, però, insomma c'è un reading in una libreria di Trastevere, di due autori contemporanei, molto interessanti, Mauro Gasparini e Guido Catalano, che, dice, hanno concepito una forma di intrattenimento alternativo alla lobotomizzazione televisiva, facilitando un approccio più friendly alla letteratura e alla poesia, che, in parole povere, vuol dire che è una cosa istruttiva e anche, dice, di grande merito, perché avvicina alla cultura con leggerezza...sì, che poi essendo in una libreria ti circonda di tentazioni positive, di approfondimento, di arricchimento culturale, di apertura di frontiere mentali, insomma, dice, scardinando l'egemonia del centro commerciale come unica agorà contemporanea...bè, insomma ce lo consiglia e quindi, vi consiglia, sì a voi di mandarmici...? ecco però ci sarebbe che l'ingresso sai costa una decina di euro...meno che un teatro..."

Be' non lo so cosa fareste voi, ma, senza volervi fare i conti in tasca, ho pronta una risposta da suggerirvi:

" Aaa nina...ma cche te credi che ci ho la sveja ar collo?
Domani c'è Una motosega per Brandon Sclero da Bibli.
E NUN SE PAGA GNENTE!!!"


POI, per addolcire la pillola potreste soggiungere
"Però, la tua professoressa ha ragione, è divertente, stimolante e istruttivo. Anzi ti dirò di più, ci veniamo anche io e mamma. Così, se vuoi, ti diamo anche un passaggio. A te e a... MARCO!"

10 commenti:

Anonimo ha detto...

bellissimo!! Standing ovation per te!!
fata

Confinidiversi ha detto...

Stò lontano parecchio, Vix.
Non si può fare una diretta online?!
Per vedere se Mauro è così, proprio come in foto, se i suoi riccioli sono veri oppure è una parrucca..!!
Buon divertimento per stasera!

vix ha detto...

riferirò io personalemente!
grazie per l'augurio.

comunque faranno altre date, soprattutto catalano! stai all'occhio.

bella pe'tte!

Anonimo ha detto...

mi vien da pensare che qui nessuno abbia figli adolescenti.
perchè, in realtà, a simile richiesta, vi si creperebbe la coronaria e una calda lacrima di commozione scenderebbe sulla guancia, mentre un terrore oscuro che vostro figlio sia stato posseduto da qualche forma aliena lentamente vi stamperebbe una strana smorfia sul viso.
e gli mollereste i soldi per andare dove vuole che voi ve ne andate da bibli, al sicuro, con pochi amici fidati e la professoressa frikkettona!

Sba ha detto...

Vix, porca paletta, voglio sapere com'è andata la serata! Racconta racconta!!!

fatacarabina - remedios ha detto...

Sì, dai racconta!

vix ha detto...

@ anonimo: la professoressa frikkettona ti interessa più del reading? ;-)

caro Sba e cara fata, per ora in breve direi che la serata è andata bene, anche se non c'era molta gente - ma quella, eventualmente, è colpa mia - che però si è fatta sentire, sogghignando e applaudendo.
Devo dire che dopo la sagace cronaca che ha fatto Sba da Massena, sono intimidito dal confronto ;-)
Comunque posterò, non solum, sed etiam scaricherò video su Youtube - se gli autori sono d'accordo - e foto su Photobucket.
Comunque, io che ne avevo parlato bene a scatola chiusa sono molto soddisfatto di:
1) essermi divertito così tanto
2) aver sentito i miei amici ridere, applaudire e fare i complimenti ai nostri eroi.
3) ed ancora stamattina ricevere via mail feedback positivo.

mejo de così!

vix ha detto...

@ confini: sì, Mauro è proprio ricciolone de suo, gnente parrucca;-)

LaCò ha detto...

Vix caro io non amo i reading ma visto che m'invitavi tu sono venuta assolutamente ben disposta.
Devo ringraziarti è stata una serata bellissima.
Ho amato particolarmente Guido Catalano.

vix ha detto...

@ LaCò:

Oh, finalmente lasci un segno, bella sellerona mia!!!!
grazie

Etichette

accompagnare il colpo (1) acido (1) addio (2) advertising (1) aloneness (1) animali (2) anni '70 (2) ansia (1) antichrist (1) aria (1) aristotele (1) arrivederci (1) AS ROMA (3) assenza (1) ASTI (1) autocommiserazione (2) autoindulgenza (1) bambini (3) barefoot (2) Basho (1) bestemmie (2) BRASSENS (10) campari (1) capomissione (1) catarsi (2) cazzate (1) chinotto (1) cibo (1) cinismo (1) Claudio (1) co-dependency (1) combinazioni (2) consapevolezza (2) convitato (1) cubanocho (1) culo (1) derviscio (1) desiderio (1) dialetto (2) dignità (1) Dio (2) divina (1) essere umani (2) google (1) gratitudine (4) grazie (2) Hafez (3) Hagakure (1) haiku (1) haiti (8) ignoranza (3) imprecazioni (1) infischiarsene (1) integrità (1) intenzione (2) iperboli (1) libertà (1) loneliness (1) macchina (1) macrobiotica (2) maestri (3) maiali (1) manifestazione (1) Martissant (3) mauvaisereputation (1) max cosci (1) medici senza frontiere (4) merda (5) meritocrazia (1) messaggero (1) Mevlana (1) MIMMO FERRETTI (1) missione (2) misticismo (1) mitchell (1) mondegreen (1) morte (2) msf (5) mutande (1) nazismo (1) neologismo (1) Neropositivo (1) obama (2) ombra (1) orwell (1) Osho (4) ospedali (2) Papà (2) papaveri (2) parola (2) parolacce (1) parole (2) passione (1) patata (2) paura (1) petrolini (1) piacioni (1) poesia (5) preparazione (1) presente (3) primal (1) prostituzione (2) pubblicità (1) religione (1) repubblica (2) ricetta (3) riconoscenza (2) rifarsi (2) ringraziamento (3) romanesco (4) Rumi (4) samurai (1) sardegna (1) schifo. vergogna (1) serendipity (1) silenzio (6) sinistra (1) solità (1) solodarietà (1) sopravvivenza (1) stronzosauri (1) stupidità (1) sufi (12) superficialità (1) t.s. eliot (1) tao (3) taoismo (2) tempo (1) terra. (1) terremoto (1) tips (1) tofu (1) topica (1) traduzione (2) transgressione (1) turpiloquio (1) umanità (1) umiliazione (1) umore (1) vaffanculo (1) vanità (1) vegetariano (1) verbosità (1) vergogna (2) verità (3) vetriolo (2) viale marconi (1) video (1) vignette (1) vino (1) violenza (1) volontà (2) vuoto (4) yin e yang (1)