venerdì 17 ottobre 2008

L'imbarazzo della sciolta.



Mi scuso d'abord per la cochonerie del calembour (ma che m'ha preso a parla' tutto sto francese oggi, sarà sto tempo de mmerda!?), ma dopo qualche giorno di Nientedadire all'ennesima potenza, che avrei dovuto veramente aver il coraggio di postare le pagine vuote, trasudanti l'angoscia e il senso di inadeguateza, stamattina mi ritrovavo a poter considerare due o tre differenti topiche su cui postare.
E mentre rimuginavo con fare peripatetico (camminavo, eh, niente idee strane), il marciapiede stesso, pardon le trottoir, mi ha costretto a focalizzarmi su una nuova scelta, che non avevo preso in considerazione: ma che fine hanno fatto le doggie bags?
Il motivo per cui uno come me, che non ha un cane, intendo, dovesse porsi tali interrogativi mi appare talmente lapalissiano che non lo espliciterò in questa sede.
Mentre mi piace ricordare a chi se ne fosse dimenticato che esiste un'ordinanza comunale che prevede sanzioni da un minimo di 50 ad un massimo di 300 euri per chi non ottemperasse.

Mo', dice uno, ma co' tutti i xxxxx che ce stanno, te poi proccupa' de la xxxxx de cane?
Mi rispondo parafrasando un claim storico di una campagna pubblicitaria per la più famosa console di videogiochi:

NEVER UNDERESTIMATE THE POWER OF SHIT

Si comincia con una cacchina di piccione, diciamo come DRIVE IN e ci si ritrova, be', guardateve intorno.
Mo', chi amava Drive In, non si senta offeso, io ho visto sicuramente altre porcate di cui non ricordo il titolo, altrettanto indegne, l'importante è l'esempio
Quello, sicuramente, non ci manca.

A proposito, ma di cosa stavamo parlando? Giusto, Cambronne!
E' sempre una bella topica, n'est ce pas?

5 commenti:

l'uomo blogettile ha detto...

ma quella fotografata mi sembra che si appenda sottosopra. Cioè prima la raccogli, e dopo la semini per casa?
Anch'io sono pratico savà sandìr!

piapalmira ha detto...

io tanto amo i cani (tutti) quanto odio i loro padroni (quasi tutti). e non è affatto vero che la questione delle merde di cane sul marciapiede sia secondaria. uno che pensa sia lecito smerdare un marciapiede con le feci del suo cane, quale influenza positiva può avere sul prossimo e sulla società?

vix ha detto...

l'uomo blogettile - btw, bigna che te trovamo un diminutivo o un nick più corto che ce vo' mezz'ora a scrivelo - non hai cliccato sulla foto o sul titolo del post, linkati con il sito che commercializza questa "manicaguantoportabusteraccoglimerdaeliberateneconuncolposolosenzasporcartilemani". grande invenzione,

Piap, per me è un dramma che ho da quando in 5 elementare ho cominciato ad andare a scuola a piedi -prima mi prendeva il pulmman - e subito dopo il latte caldo dovevo attraversare due marciapiedi costellati di merde di varie consistenze...che too dic'a fa'. adesso ho un problema simile coi gatti - de casa, dei vicini - che ci smerdano il garage. quando la luce non si accende il panico di scivolare sulla spiaccata di felino mi attanaglia.
I padroni, be', gliela farei raccogliere a mani nude e, se non è soda abbastanza, ce stanno sempre le cannucce. >:-(

ublo ha detto...

io gliela farei raccogliere con i bastoncini cinesi! :D

ublo (me so ristretto)

vix ha detto...

ublo:-) enigmatico , no?

io veramente i bastoncini cinesi...vabbé meglio che non trascendo, essendo questo già un post di merda.

Etichette

accompagnare il colpo (1) acido (1) addio (2) advertising (1) aloneness (1) animali (2) anni '70 (2) ansia (1) antichrist (1) aria (1) aristotele (1) arrivederci (1) AS ROMA (3) assenza (1) ASTI (1) autocommiserazione (2) autoindulgenza (1) bambini (3) barefoot (2) Basho (1) bestemmie (2) BRASSENS (10) campari (1) capomissione (1) catarsi (2) cazzate (1) chinotto (1) cibo (1) cinismo (1) Claudio (1) co-dependency (1) combinazioni (2) consapevolezza (2) convitato (1) cubanocho (1) culo (1) derviscio (1) desiderio (1) dialetto (2) dignità (1) Dio (2) divina (1) essere umani (2) google (1) gratitudine (4) grazie (2) Hafez (3) Hagakure (1) haiku (1) haiti (8) ignoranza (3) imprecazioni (1) infischiarsene (1) integrità (1) intenzione (2) iperboli (1) libertà (1) loneliness (1) macchina (1) macrobiotica (2) maestri (3) maiali (1) manifestazione (1) Martissant (3) mauvaisereputation (1) max cosci (1) medici senza frontiere (4) merda (5) meritocrazia (1) messaggero (1) Mevlana (1) MIMMO FERRETTI (1) missione (2) misticismo (1) mitchell (1) mondegreen (1) morte (2) msf (5) mutande (1) nazismo (1) neologismo (1) Neropositivo (1) obama (2) ombra (1) orwell (1) Osho (4) ospedali (2) Papà (2) papaveri (2) parola (2) parolacce (1) parole (2) passione (1) patata (2) paura (1) petrolini (1) piacioni (1) poesia (5) preparazione (1) presente (3) primal (1) prostituzione (2) pubblicità (1) religione (1) repubblica (2) ricetta (3) riconoscenza (2) rifarsi (2) ringraziamento (3) romanesco (4) Rumi (4) samurai (1) sardegna (1) schifo. vergogna (1) serendipity (1) silenzio (6) sinistra (1) solità (1) solodarietà (1) sopravvivenza (1) stronzosauri (1) stupidità (1) sufi (12) superficialità (1) t.s. eliot (1) tao (3) taoismo (2) tempo (1) terra. (1) terremoto (1) tips (1) tofu (1) topica (1) traduzione (2) transgressione (1) turpiloquio (1) umanità (1) umiliazione (1) umore (1) vaffanculo (1) vanità (1) vegetariano (1) verbosità (1) vergogna (2) verità (3) vetriolo (2) viale marconi (1) video (1) vignette (1) vino (1) violenza (1) volontà (2) vuoto (4) yin e yang (1)