venerdì 31 ottobre 2008

L'egìde scolastiche



Non è tanto questa foto a farmi, da genitore, stringere il cuore e non solo.
E' stato il resoconto di Curzio Maltese a farmi, piuttosto, ribollire il sangue. Tutta cronaca, senza il suo solito sapido commento. Ho avuto reminiscenze acute degli anni Settanta: senso di rabbia, frustrazione, indignazione, di nuovo rabbia, frustrazione, indignazione etc. Ad libitum. A catena, guarda caso. Non ho molto da aggiungere a quello che è stato detto e scritto. Soprattutto non ho parole in mente - a parte quelle limpide di Calamandrei, che più volte, in questi giorni, hanno ritrovato orecchie e occhi pronti a riconoscerne la triste lungimiranza - solo sentimenti foschi.
Per non sprecare altre parole e tempo, invito, raccomando e prego tutti coloro che non lo abbiano già fatto, a scrivere a Napolitano per chiedergli di esercitare tutto il potere che la Costituzione gli conferisce per arginare questo tsunami anticulturale, classista e retrogrado. Bastano due righe on-line, all'indirizzo che ho linkato al nome del presidente.
I nostri ragazzi e le nostre ragazze meritano una scuola diversa da quella che la valletta appuntata, Mery Star, ha ricevuto l'ordine di presentare.
Noi, facciamo tutto quello che è democraticamente possibile per proteggere il loro futuro.
Per il presente non abbiamo fatto abbastanza, evidentemente.
Certe egìde scolastiche non solo non sono istruttive, ma hanno ripercussioni troppo dolorose.

2 commenti:

mic ha detto...

Questa foto mi raccapriccia non poco e mi fa essere contenta che la mi' fjola è sorvolata oltr'alpe e oltre la manica... anche se mamma c'ha un buco nello stomaco, ma è sempro meglio di una mazzata in fronte di questi pezzi di merda schifosi.
Ecco, un po' mi sono sfogata, hai visto?

vix ha detto...

Poxxx Dxx!
Ma a me me salita popo 'a bbile gioveddì quanno ho letto l'articolo.
Ciai ragione, meno male che se n'è andata via. Certo ti mancherà, però non assorbe questa merda.
Brava, sfoghiti, sfoghiti!

Etichette

accompagnare il colpo (1) acido (1) addio (2) advertising (1) aloneness (1) animali (2) anni '70 (2) ansia (1) antichrist (1) aria (1) aristotele (1) arrivederci (1) AS ROMA (3) assenza (1) ASTI (1) autocommiserazione (2) autoindulgenza (1) bambini (3) barefoot (2) Basho (1) bestemmie (2) BRASSENS (10) campari (1) capomissione (1) catarsi (2) cazzate (1) chinotto (1) cibo (1) cinismo (1) Claudio (1) co-dependency (1) combinazioni (2) consapevolezza (2) convitato (1) cubanocho (1) culo (1) derviscio (1) desiderio (1) dialetto (2) dignità (1) Dio (2) divina (1) essere umani (2) google (1) gratitudine (4) grazie (2) Hafez (3) Hagakure (1) haiku (1) haiti (8) ignoranza (3) imprecazioni (1) infischiarsene (1) integrità (1) intenzione (2) iperboli (1) libertà (1) loneliness (1) macchina (1) macrobiotica (2) maestri (3) maiali (1) manifestazione (1) Martissant (3) mauvaisereputation (1) max cosci (1) medici senza frontiere (4) merda (5) meritocrazia (1) messaggero (1) Mevlana (1) MIMMO FERRETTI (1) missione (2) misticismo (1) mitchell (1) mondegreen (1) morte (2) msf (5) mutande (1) nazismo (1) neologismo (1) Neropositivo (1) obama (2) ombra (1) orwell (1) Osho (4) ospedali (2) Papà (2) papaveri (2) parola (2) parolacce (1) parole (2) passione (1) patata (2) paura (1) petrolini (1) piacioni (1) poesia (5) preparazione (1) presente (3) primal (1) prostituzione (2) pubblicità (1) religione (1) repubblica (2) ricetta (3) riconoscenza (2) rifarsi (2) ringraziamento (3) romanesco (4) Rumi (4) samurai (1) sardegna (1) schifo. vergogna (1) serendipity (1) silenzio (6) sinistra (1) solità (1) solodarietà (1) sopravvivenza (1) stronzosauri (1) stupidità (1) sufi (12) superficialità (1) t.s. eliot (1) tao (3) taoismo (2) tempo (1) terra. (1) terremoto (1) tips (1) tofu (1) topica (1) traduzione (2) transgressione (1) turpiloquio (1) umanità (1) umiliazione (1) umore (1) vaffanculo (1) vanità (1) vegetariano (1) verbosità (1) vergogna (2) verità (3) vetriolo (2) viale marconi (1) video (1) vignette (1) vino (1) violenza (1) volontà (2) vuoto (4) yin e yang (1)