lunedì 4 aprile 2011

Di cosa parliamo quando parliamo di niente.

Ti chiedo "Come stai?", ma non mi frega.
Mi rispondi "Alla grande!", e sai che menti.
Le chiede i suoi programmi, sorridendo,
mentre ripassa a mente la lista della spesa.
Lei, se risponde, lo fa per cortesia,
rimanendo sul vago, un po' scocciata.
Noi ci facciamo a vicenda cari auguri
senza quasi più guardarci in faccia.
Voi vi ignorate, come si fa in ascensore,
ma, in pubblico, vi improvvisate grandi amici.
Loro si incontrano ogni anno, ormai una volta,
e si bombardano di pacche sulle spalle,
sghignazzando commenti sempre uguali.
C'è bisogno di chiacchiere inutili, a quanto pare,
fra noi che siamo la razza più evoluta.
Gli animali, al più, s'annusano il culo.

2 commenti:

neropositivo ha detto...

Allora meno male che di solito non ti parlo di niente :D

LaCò ha detto...

Il vantaggio di essere miopi è che puoi far finta di non vedere tutte le persone con cui non ti va di parlare e se ti fermano puoi sempre dare la colpa agli occhiali da rifare.

Etichette

accompagnare il colpo (1) acido (1) addio (2) advertising (1) aloneness (1) animali (2) anni '70 (2) ansia (1) antichrist (1) aria (1) aristotele (1) arrivederci (1) AS ROMA (3) assenza (1) ASTI (1) autocommiserazione (2) autoindulgenza (1) bambini (3) barefoot (2) Basho (1) bestemmie (2) BRASSENS (10) campari (1) capomissione (1) catarsi (2) cazzate (1) chinotto (1) cibo (1) cinismo (1) Claudio (1) co-dependency (1) combinazioni (2) consapevolezza (2) convitato (1) cubanocho (1) culo (1) derviscio (1) desiderio (1) dialetto (2) dignità (1) Dio (2) divina (1) essere umani (2) google (1) gratitudine (4) grazie (2) Hafez (3) Hagakure (1) haiku (1) haiti (8) ignoranza (3) imprecazioni (1) infischiarsene (1) integrità (1) intenzione (2) iperboli (1) libertà (1) loneliness (1) macchina (1) macrobiotica (2) maestri (3) maiali (1) manifestazione (1) Martissant (3) mauvaisereputation (1) max cosci (1) medici senza frontiere (4) merda (5) meritocrazia (1) messaggero (1) Mevlana (1) MIMMO FERRETTI (1) missione (2) misticismo (1) mitchell (1) mondegreen (1) morte (2) msf (5) mutande (1) nazismo (1) neologismo (1) Neropositivo (1) obama (2) ombra (1) orwell (1) Osho (4) ospedali (2) Papà (2) papaveri (2) parola (2) parolacce (1) parole (2) passione (1) patata (2) paura (1) petrolini (1) piacioni (1) poesia (5) preparazione (1) presente (3) primal (1) prostituzione (2) pubblicità (1) religione (1) repubblica (2) ricetta (3) riconoscenza (2) rifarsi (2) ringraziamento (3) romanesco (4) Rumi (4) samurai (1) sardegna (1) schifo. vergogna (1) serendipity (1) silenzio (6) sinistra (1) solità (1) solodarietà (1) sopravvivenza (1) stronzosauri (1) stupidità (1) sufi (12) superficialità (1) t.s. eliot (1) tao (3) taoismo (2) tempo (1) terra. (1) terremoto (1) tips (1) tofu (1) topica (1) traduzione (2) transgressione (1) turpiloquio (1) umanità (1) umiliazione (1) umore (1) vaffanculo (1) vanità (1) vegetariano (1) verbosità (1) vergogna (2) verità (3) vetriolo (2) viale marconi (1) video (1) vignette (1) vino (1) violenza (1) volontà (2) vuoto (4) yin e yang (1)