giovedì 22 aprile 2010

Salaam aleikum brother Guru.



L'ho letto sul giornale stamattina e sono rimasto pietrificato. Aveva un anno meno di me. Ma non è questo che mi ha colpito. Ho solo pensato alle ore ed ore passate ascoltando la sua musica, sentendo il suo spirito saltellare su delle metriche così eleganti, con un vocabolario così ricercato per il rap, e ho avuto una stretta al cuore. Ha segnato la mia stagione di cambiamento più importante, tanto per citare un titolo di una canzone scritta insieme a Ronnie Jordan nei primi anni 90. Poi stasera ho cercato qualche approfondimento e ho trovato il comunicato ufficiale della sua famiglia, diramato dal suo amico Mc Solaar - un altro fratello dal cuore sensibile e dalle rime svolazzanti. Ora sono ancora più triste. Ma ancora più grato per quello che ho ricevuto e ho avuto il piacere di condividere con molti amici. Ho davanti agli occhi l'unico suo concerto cui ho assistito, il tour di Jazzmatazz, parecchi anni fa' al Foro Italico, e come con grande semplicità fosse sceso fino alle transenne sotto al palco per darci la mano, questo piccolo grande uomo. Non ho la lucidità per tessere un panegirico più ricco e completo dei suoi meriti artistici. Voglio ricordarlo con una delle sue canzoni che amo di più. La pace sia con te, Guru. Ya Shakur wa Salaam aleikum.

Nessun commento:

Etichette

accompagnare il colpo (1) acido (1) addio (2) advertising (1) aloneness (1) animali (2) anni '70 (2) ansia (1) antichrist (1) aria (1) aristotele (1) arrivederci (1) AS ROMA (3) assenza (1) ASTI (1) autocommiserazione (2) autoindulgenza (1) bambini (3) barefoot (2) Basho (1) bestemmie (2) BRASSENS (10) campari (1) capomissione (1) catarsi (2) cazzate (1) chinotto (1) cibo (1) cinismo (1) Claudio (1) co-dependency (1) combinazioni (2) consapevolezza (2) convitato (1) cubanocho (1) culo (1) derviscio (1) desiderio (1) dialetto (2) dignità (1) Dio (2) divina (1) essere umani (2) google (1) gratitudine (4) grazie (2) Hafez (3) Hagakure (1) haiku (1) haiti (8) ignoranza (3) imprecazioni (1) infischiarsene (1) integrità (1) intenzione (2) iperboli (1) libertà (1) loneliness (1) macchina (1) macrobiotica (2) maestri (3) maiali (1) manifestazione (1) Martissant (3) mauvaisereputation (1) max cosci (1) medici senza frontiere (4) merda (5) meritocrazia (1) messaggero (1) Mevlana (1) MIMMO FERRETTI (1) missione (2) misticismo (1) mitchell (1) mondegreen (1) morte (2) msf (5) mutande (1) nazismo (1) neologismo (1) Neropositivo (1) obama (2) ombra (1) orwell (1) Osho (4) ospedali (2) Papà (2) papaveri (2) parola (2) parolacce (1) parole (2) passione (1) patata (2) paura (1) petrolini (1) piacioni (1) poesia (5) preparazione (1) presente (3) primal (1) prostituzione (2) pubblicità (1) religione (1) repubblica (2) ricetta (3) riconoscenza (2) rifarsi (2) ringraziamento (3) romanesco (4) Rumi (4) samurai (1) sardegna (1) schifo. vergogna (1) serendipity (1) silenzio (6) sinistra (1) solità (1) solodarietà (1) sopravvivenza (1) stronzosauri (1) stupidità (1) sufi (12) superficialità (1) t.s. eliot (1) tao (3) taoismo (2) tempo (1) terra. (1) terremoto (1) tips (1) tofu (1) topica (1) traduzione (2) transgressione (1) turpiloquio (1) umanità (1) umiliazione (1) umore (1) vaffanculo (1) vanità (1) vegetariano (1) verbosità (1) vergogna (2) verità (3) vetriolo (2) viale marconi (1) video (1) vignette (1) vino (1) violenza (1) volontà (2) vuoto (4) yin e yang (1)