giovedì 18 febbraio 2010

Le Pistole a Lucilio



Mi chiedi, Lucilio, quale sia l’imprecazione più adatta ad ogni occasione. E’ una premura degna di un uomo meritevole, quella di considerare con moderazione quale e quanta enfasi porre nell’espressione coram populo delle proprie emozioni turbate. Mille e poi mille sarebbero i fattori che andrebbero considerati a priori, per valutare il giusto peso da scaricare nel moccolo: dalla composizione dell’auditorio presente ai suoi rapporti di parentela, amicizia, vicinanza od estraneità con l’estensore dell’esclamazione. E’ indubbio che la natura dell’evento scatenante condizioni, anzi, instradi la scelta dell’invettiva. Se in un giorno di festa, con la tua nuova toga indosso, ti recassi ai Fori per le salutazioni e ti capitasse l’inauspicabile evento di esser fatto bersaglio di deiezione da parte di una sconsiderata cornacchia proveniente dal Pantheon, “Merda!” sarebbe il commento più appropriato, giacché non potrebbe non essere valutato come un’obiettiva constatazione dell’accaduto. Se nella calca del Circo Massimo, all’appressarsi di una biga favorita alla curva dell’obelisco, sentissi appoggiarsi alle tue basse terga un nodoso randello che qualche villico brandisce senza ritegno, saresti autorizzato dalla buona creanza ad esclamare “Cazzo!”, sfoderando così la tua consapevolezza propriocettiva ed altresì un immediato riconoscimento delle manifestazioni naturali. Se, Giove non voglia mai, tornando anticipatamente da una passeggiata nell’agro romano, magari corroborato dal fruttuoso bottino di una bella cesta di lumache, trovassi profanato il talamo nuziale dall’orribile visione del fratello di tua madre mentre viene – horribile dictu – fellato senza ritegno dalla sua anziana genitrice, nessuno dei più rispettabili uomini di questo grande impero si sentirebbe mai di biasimarti se, stravolto dalla blasfemia dell’epifania, prorompessi in un sentito “Porco Zio! Porca Mia Nonna!”.
Est modus in rebus, Lucilio, ma quanno ce vo’ ce vo’!

4 commenti:

LaCò ha detto...

Vix, ha il dono di rimettermi in pace con il mondo.
Non solo per gli argomenti vari che tratti nel tuo blog ma per lo stile, inconfondibile, della tua prosa. Aulica o gergale, sempre puntuale e diritta al punto. Mai una sbavatura retorica.

E di questi tempi, caro Vix, queste sono cose rarerrime.

vix ha detto...

Co', arrossisco, m'inchino e ringrazio, sempre forza Roma e abbasso 'a Lazzio!
(così ho reiterato il mix aulico gergale da te ricordato). Grazie davvero, madame.

neropositivo ha detto...

Concordo con LaCò e ti reclamo.
Donde stas? Dileguossi? Manca pure il mio raro commentatore :(

vix ha detto...

Digaaa, guardi che pe' i reglami deve torna' gioveddì pommeriggio...
Che voj fa' chicca, sto impicciàusu col trabacchio. E poco tempo per concogitare un che da piccicare qui.
E anche per venirti a trovare e commentare (lo sai che sono controllato, e non posso giocare troppo sul posto di lavoro...)

Etichette

accompagnare il colpo (1) acido (1) addio (2) advertising (1) aloneness (1) animali (2) anni '70 (2) ansia (1) antichrist (1) aria (1) aristotele (1) arrivederci (1) AS ROMA (3) assenza (1) ASTI (1) autocommiserazione (2) autoindulgenza (1) bambini (3) barefoot (2) Basho (1) bestemmie (2) BRASSENS (10) campari (1) capomissione (1) catarsi (2) cazzate (1) chinotto (1) cibo (1) cinismo (1) Claudio (1) co-dependency (1) combinazioni (2) consapevolezza (2) convitato (1) cubanocho (1) culo (1) derviscio (1) desiderio (1) dialetto (2) dignità (1) Dio (2) divina (1) essere umani (2) google (1) gratitudine (4) grazie (2) Hafez (3) Hagakure (1) haiku (1) haiti (8) ignoranza (3) imprecazioni (1) infischiarsene (1) integrità (1) intenzione (2) iperboli (1) libertà (1) loneliness (1) macchina (1) macrobiotica (2) maestri (3) maiali (1) manifestazione (1) Martissant (3) mauvaisereputation (1) max cosci (1) medici senza frontiere (4) merda (5) meritocrazia (1) messaggero (1) Mevlana (1) MIMMO FERRETTI (1) missione (2) misticismo (1) mitchell (1) mondegreen (1) morte (2) msf (5) mutande (1) nazismo (1) neologismo (1) Neropositivo (1) obama (2) ombra (1) orwell (1) Osho (4) ospedali (2) Papà (2) papaveri (2) parola (2) parolacce (1) parole (2) passione (1) patata (2) paura (1) petrolini (1) piacioni (1) poesia (5) preparazione (1) presente (3) primal (1) prostituzione (2) pubblicità (1) religione (1) repubblica (2) ricetta (3) riconoscenza (2) rifarsi (2) ringraziamento (3) romanesco (4) Rumi (4) samurai (1) sardegna (1) schifo. vergogna (1) serendipity (1) silenzio (6) sinistra (1) solità (1) solodarietà (1) sopravvivenza (1) stronzosauri (1) stupidità (1) sufi (12) superficialità (1) t.s. eliot (1) tao (3) taoismo (2) tempo (1) terra. (1) terremoto (1) tips (1) tofu (1) topica (1) traduzione (2) transgressione (1) turpiloquio (1) umanità (1) umiliazione (1) umore (1) vaffanculo (1) vanità (1) vegetariano (1) verbosità (1) vergogna (2) verità (3) vetriolo (2) viale marconi (1) video (1) vignette (1) vino (1) violenza (1) volontà (2) vuoto (4) yin e yang (1)