martedì 26 gennaio 2010

La plafoniera divina





"Il cuore dell’uomo è come una plafoniera che copre la luce dell’anima. Quando la plafoniera è sporca, la luce, naturalmente, è fioca, offuscata. Quando il vetro viene ripulito, la luce aumenta. In effetti, la luce è la stessa. Il problema è la plafoniera sporca. Quando questa radianza risplende, ciò appare evidente non solo nell’atteggiamento e nell’espressione di una persona, ma anche nell’atmosfera immediatamente adiacente a questa persona, nell’aria che la circonda. La potenza dell’anima, per così dire, si proietta senza costrizioni verso l’esterno, e tutto ciò che è nell’immediate vicinanze sente questa energia."

Mi scuso per la libertà con cui ho tradotto questo piccolissimo estratto da "The Bowl of Saki" di Hazrat Inayat Khan. L'immagine era così chiara che mi è venuto naturale familiarizzarla. Soprattutto il titolo. Deformazione professionale.

5 commenti:

fatacarabina - remedios ha detto...

mi piace :)

vix ha detto...

é un grande, fata, davvero. l'ho riletto dopo una 15 di anni e ne sono ancora più convinto;-)

Confinidiversi ha detto...

Metaforico al quadrato. Aggiungerei che talvolta, la plafoniera dico, è sporca solo in alcuni punti e dalla giusta prospettiva (esterna) si riescie ad intravedere una luce stupenda..
;)

vix ha detto...

@Confinidiversi:) lei mi lusinga:)
mi permetto di obiettare che in questo caso, essendo rivelata dall'inizio e spiegata passo passo, non è tanto una metafora al quadrato ma piuttosto la radice quadrata della stessa:D

Confinidiversi ha detto...

Sì, in effetti è spiegata sin da subito. Ma è certamente bella anche perchè disvelata col giusto metodo!

Etichette

accompagnare il colpo (1) acido (1) addio (2) advertising (1) aloneness (1) animali (2) anni '70 (2) ansia (1) antichrist (1) aria (1) aristotele (1) arrivederci (1) AS ROMA (3) assenza (1) ASTI (1) autocommiserazione (2) autoindulgenza (1) bambini (3) barefoot (2) Basho (1) bestemmie (2) BRASSENS (10) campari (1) capomissione (1) catarsi (2) cazzate (1) chinotto (1) cibo (1) cinismo (1) Claudio (1) co-dependency (1) combinazioni (2) consapevolezza (2) convitato (1) cubanocho (1) culo (1) derviscio (1) desiderio (1) dialetto (2) dignità (1) Dio (2) divina (1) essere umani (2) google (1) gratitudine (4) grazie (2) Hafez (3) Hagakure (1) haiku (1) haiti (8) ignoranza (3) imprecazioni (1) infischiarsene (1) integrità (1) intenzione (2) iperboli (1) libertà (1) loneliness (1) macchina (1) macrobiotica (2) maestri (3) maiali (1) manifestazione (1) Martissant (3) mauvaisereputation (1) max cosci (1) medici senza frontiere (4) merda (5) meritocrazia (1) messaggero (1) Mevlana (1) MIMMO FERRETTI (1) missione (2) misticismo (1) mitchell (1) mondegreen (1) morte (2) msf (5) mutande (1) nazismo (1) neologismo (1) Neropositivo (1) obama (2) ombra (1) orwell (1) Osho (4) ospedali (2) Papà (2) papaveri (2) parola (2) parolacce (1) parole (2) passione (1) patata (2) paura (1) petrolini (1) piacioni (1) poesia (5) preparazione (1) presente (3) primal (1) prostituzione (2) pubblicità (1) religione (1) repubblica (2) ricetta (3) riconoscenza (2) rifarsi (2) ringraziamento (3) romanesco (4) Rumi (4) samurai (1) sardegna (1) schifo. vergogna (1) serendipity (1) silenzio (6) sinistra (1) solità (1) solodarietà (1) sopravvivenza (1) stronzosauri (1) stupidità (1) sufi (12) superficialità (1) t.s. eliot (1) tao (3) taoismo (2) tempo (1) terra. (1) terremoto (1) tips (1) tofu (1) topica (1) traduzione (2) transgressione (1) turpiloquio (1) umanità (1) umiliazione (1) umore (1) vaffanculo (1) vanità (1) vegetariano (1) verbosità (1) vergogna (2) verità (3) vetriolo (2) viale marconi (1) video (1) vignette (1) vino (1) violenza (1) volontà (2) vuoto (4) yin e yang (1)