giovedì 5 marzo 2009

Spazio, tempo, parola, silenzio.

Mi è capitato, qualche giorno fà, di vedere due video che evidenziavano due approcci molto differenti all'utilizzo dello spazio che il mezzo stesso consente. O meglio è forse dire due approcci differenti all'uso del tempo e della parola per comunicare. Per essere onesti, trattando i due video di argomenti assolutamente differenti, la comparazione non ha altro valore, forse, che quello annotativo. Nel primo video Ed Ulbrich Executive Vice President della Digital Domain, racconta - in 18' esatti - come la sua società sia riuscita a realizzare la straordinaria impresa di rendere credibili le varie età di Benjamin con il volto di Brad Pitt, considerando che sulle dimensioni del corpo dell'attore si poteva intervenire fino ad un certo punto. E' una presentazione, a mio parere, entusiasmante. E' un vero torrente di parole, perfettamente incanalato e corredato con grande tempismo da contributi video dagli effetti veramente speciali. Chapeau.
Nel secondo video, Eckhart Tolle counselor spirituale, invita a sperimentare la consapevolezza nel momento presente. E' un video di poche parole e molti silenzi, che, sempre a mio parere, non manca di trasmettere il senso di quiete che intende comunicare come obiettivo principale dello shift comportamentale, diciamo così, che consiglia.
Questo video dura quasi la metà dell'altro, utilizza un numero infinitamente minore di parole e nessun contributo extra. E' quasi esclusivamente una camera fissa sul primo piano di un quieto signore, non bello nè - sempre a mio parere - eccessivamente affacinante. Eppure a me è sembrato che, come dicono quelli "bravi", abbia deliverato un messaggio di rilevanza non inferiore a quello del buon Ulbrich.
Anche se è come contrapporre "Potere alla parola" di Frankie Hi NRG con "Il potere del silenzio" di Carlos Castaneda.
Vabbè, era tanto per dire. Mo' sto zitto.

Nessun commento:

Etichette

accompagnare il colpo (1) acido (1) addio (2) advertising (1) aloneness (1) animali (2) anni '70 (2) ansia (1) antichrist (1) aria (1) aristotele (1) arrivederci (1) AS ROMA (3) assenza (1) ASTI (1) autocommiserazione (2) autoindulgenza (1) bambini (3) barefoot (2) Basho (1) bestemmie (2) BRASSENS (10) campari (1) capomissione (1) catarsi (2) cazzate (1) chinotto (1) cibo (1) cinismo (1) Claudio (1) co-dependency (1) combinazioni (2) consapevolezza (2) convitato (1) cubanocho (1) culo (1) derviscio (1) desiderio (1) dialetto (2) dignità (1) Dio (2) divina (1) essere umani (2) google (1) gratitudine (4) grazie (2) Hafez (3) Hagakure (1) haiku (1) haiti (8) ignoranza (3) imprecazioni (1) infischiarsene (1) integrità (1) intenzione (2) iperboli (1) libertà (1) loneliness (1) macchina (1) macrobiotica (2) maestri (3) maiali (1) manifestazione (1) Martissant (3) mauvaisereputation (1) max cosci (1) medici senza frontiere (4) merda (5) meritocrazia (1) messaggero (1) Mevlana (1) MIMMO FERRETTI (1) missione (2) misticismo (1) mitchell (1) mondegreen (1) morte (2) msf (5) mutande (1) nazismo (1) neologismo (1) Neropositivo (1) obama (2) ombra (1) orwell (1) Osho (4) ospedali (2) Papà (2) papaveri (2) parola (2) parolacce (1) parole (2) passione (1) patata (2) paura (1) petrolini (1) piacioni (1) poesia (5) preparazione (1) presente (3) primal (1) prostituzione (2) pubblicità (1) religione (1) repubblica (2) ricetta (3) riconoscenza (2) rifarsi (2) ringraziamento (3) romanesco (4) Rumi (4) samurai (1) sardegna (1) schifo. vergogna (1) serendipity (1) silenzio (6) sinistra (1) solità (1) solodarietà (1) sopravvivenza (1) stronzosauri (1) stupidità (1) sufi (12) superficialità (1) t.s. eliot (1) tao (3) taoismo (2) tempo (1) terra. (1) terremoto (1) tips (1) tofu (1) topica (1) traduzione (2) transgressione (1) turpiloquio (1) umanità (1) umiliazione (1) umore (1) vaffanculo (1) vanità (1) vegetariano (1) verbosità (1) vergogna (2) verità (3) vetriolo (2) viale marconi (1) video (1) vignette (1) vino (1) violenza (1) volontà (2) vuoto (4) yin e yang (1)