mercoledì 9 luglio 2008

classifica dei babbà. ieri sera a piazza navona...


lungi dal voler dare patente di rilevanza politica a questo post - tanto meno a questo blog - mi limito a riferire sinteticamente, di pancia direi, le reazioni emotive che ho riscontrato personalmente ieri sera a piazza navona.
il metro che ho scelto è quello molto istintivo ed icastico creato da Giorgio Bracardi tantissimi anni fa', in quell'isola di avanguardia radiofonica nazionalpopolare chiamata "alto gradimento".
la lista è incompleta, come lo è stata la mia partecipazione all'evento.
l'ordine è più o meno, se la memoria non mi inganna, quello di apparizione.

moni ovadia: 8 babbà - a braccio, conciso, partigiano ma coerente con se stesso, almeno.
pancho pardi: 6 babbà - il tono abbastanza dimesso e depresso ne ha inficiato l'apprezzabilità.
antonio di pietro: 6+ babbà - non ha tracimato, e questo ha contrastato il mio pregiudizio nei suoi confronti.
fiorella mannoia: 8 babbà - la modestia ha sempre un punteggio molto alto nella mia scala di valori.
andrea camilleri: 8 babbà - delizioso intervento poetico, purtroppo invalidato dall'amplificazione scarsa.
marco travaglio: 7 babbà - la sua piacioneria ha imbolsito un approccio originale.
beppe grillo: 5 babbà - ci mette la faccia, ma lo hanno fatto anche gli altri. autocaricaturale.
sabina guzzanti: 9 babbà - sono fazioso, non vorrei aggiungere altro. anzi sì: "sti cazzi!"
lidia ravera: 6 babbà - era emozionata, credo, ma ha fatto un intervento soporifero.
ascanio celestini: 7+ babbà - originale nell'esposizione e ben preparato. paraculino.
la piazza: 10 babbà - sono nostalgico, lo so, ma che bello il contatto dei gomiti.

chi c'era e ha voglia, può dire la sua, possibilmente senza offendere troppo.

2 commenti:

mic ha detto...

Io ci sono venuta a mezzanotte, ma dove eravate tutti... mannagg
I babà me li stavo mangiando là vicino, nel senso che sono stata a una bellissima presentazione di Antonio Veneziani, che anche lui si merita molti babà.
Rispetto a queste cose (la manifestazione e la nostalgia annessa) la tristezza supera la purezza dell'evento, non riesco a non pensa re quanto tutto ciò sia, nei fatti, inutile.
Estoy muy peximistas.
L'arroganza di quel nano infame straborda, come il pastruglio nero di BLOG, e invade tutto. Piazza Navona è troppo piccola.
Ho una sola parola: ANARCHIA.

vix ha detto...

io ero a casa a guardare in tv i commenti su rai 3.
comunque sei in buona compagnia, rispetto al pessimismo, intendo. Fabozzi oggi faceva la stessa affermazione. Ma se chi tace acconsente, dico io.
E io non me la sento di acconsentire.
Anarchia mi sembra un concetto che in Italia è molto applicato, a sproposito e solo in senso utilitaristico e strumentale. La democrazia, che è una cosa molto più complessa da realizzare, è forse ancora più utopica. Ma a me sembra l'unica strada percorribile, pacificamente.

Etichette

accompagnare il colpo (1) acido (1) addio (2) advertising (1) aloneness (1) animali (2) anni '70 (2) ansia (1) antichrist (1) aria (1) aristotele (1) arrivederci (1) AS ROMA (3) assenza (1) ASTI (1) autocommiserazione (2) autoindulgenza (1) bambini (3) barefoot (2) Basho (1) bestemmie (2) BRASSENS (10) campari (1) capomissione (1) catarsi (2) cazzate (1) chinotto (1) cibo (1) cinismo (1) Claudio (1) co-dependency (1) combinazioni (2) consapevolezza (2) convitato (1) cubanocho (1) culo (1) derviscio (1) desiderio (1) dialetto (2) dignità (1) Dio (2) divina (1) essere umani (2) google (1) gratitudine (4) grazie (2) Hafez (3) Hagakure (1) haiku (1) haiti (8) ignoranza (3) imprecazioni (1) infischiarsene (1) integrità (1) intenzione (2) iperboli (1) libertà (1) loneliness (1) macchina (1) macrobiotica (2) maestri (3) maiali (1) manifestazione (1) Martissant (3) mauvaisereputation (1) max cosci (1) medici senza frontiere (4) merda (5) meritocrazia (1) messaggero (1) Mevlana (1) MIMMO FERRETTI (1) missione (2) misticismo (1) mitchell (1) mondegreen (1) morte (2) msf (5) mutande (1) nazismo (1) neologismo (1) Neropositivo (1) obama (2) ombra (1) orwell (1) Osho (4) ospedali (2) Papà (2) papaveri (2) parola (2) parolacce (1) parole (2) passione (1) patata (2) paura (1) petrolini (1) piacioni (1) poesia (5) preparazione (1) presente (3) primal (1) prostituzione (2) pubblicità (1) religione (1) repubblica (2) ricetta (3) riconoscenza (2) rifarsi (2) ringraziamento (3) romanesco (4) Rumi (4) samurai (1) sardegna (1) schifo. vergogna (1) serendipity (1) silenzio (6) sinistra (1) solità (1) solodarietà (1) sopravvivenza (1) stronzosauri (1) stupidità (1) sufi (12) superficialità (1) t.s. eliot (1) tao (3) taoismo (2) tempo (1) terra. (1) terremoto (1) tips (1) tofu (1) topica (1) traduzione (2) transgressione (1) turpiloquio (1) umanità (1) umiliazione (1) umore (1) vaffanculo (1) vanità (1) vegetariano (1) verbosità (1) vergogna (2) verità (3) vetriolo (2) viale marconi (1) video (1) vignette (1) vino (1) violenza (1) volontà (2) vuoto (4) yin e yang (1)