domenica 7 agosto 2011

Cari commercianti.

Cari commercianti,
che talvolta vorreste suscitare la mia solidarietà, per la crisi che ha ridotto i vostri introiti e vi costringe a svendite o chiusure, quando non optiate per l'astuta formula del fallimento e riapertura, volevo ricordarvi che, quando all'arrivo dell'euro il mio stipendo si è praticamente dimezzato, annullando i progressi di 20 anni di carriera, voi vi siete semplicemente limitati a cambiare la lettera barrata davanti ai vostri prezzi, passando dalla £ alla €, con un piccolo investimento in talloncini. Cari commercianti, in soldoni, voi avete raddoppiato.
Cari commercianti, che spesso non mi date spontaneamente lo scontrino e talvolta storcete il muso quando ve lo chiedo, vi rammento che a me le tasse le tolgono direttamente da quello stipendio dimezzato di cui sopra, senza colpo ferire, e sono un bel 40% del lordo, per dire. Cari commercianti, non è mia intenzione essere evasivo, quindi sarò franco: vi piace arricchirvi alle mie spalle.
Cari commercianti,lo so che non è tutta colpa vostra, è un po' come la storia del peccato originale, l'occasione era un bel serpente tentatore, ma molti di voi, che avrebbero potuto fare una scelta etica, perché non incatenati dalle economie di scala, non lo hanno fatto.
Cari commercianti, siete cari soltanto a senso unico.
Che dio ve renda merito, con gli interessi.
Come dite? Dio non esiste?
Mhm, avevo il sospetto anch'io, ma, per la legge dei grandi numeri, a un certo punto finiranno anche i governi conniventi.
E qualcuno che ve ne renderà merito spunterà fuori.
Sono certo che avrete il buongusto di non chiedere la mia solidarietà allora, vero, cari commercianti?

Nessun commento:

Etichette

accompagnare il colpo (1) acido (1) addio (2) advertising (1) aloneness (1) animali (2) anni '70 (2) ansia (1) antichrist (1) aria (1) aristotele (1) arrivederci (1) AS ROMA (3) assenza (1) ASTI (1) autocommiserazione (2) autoindulgenza (1) bambini (3) barefoot (2) Basho (1) bestemmie (2) BRASSENS (10) campari (1) capomissione (1) catarsi (2) cazzate (1) chinotto (1) cibo (1) cinismo (1) Claudio (1) co-dependency (1) combinazioni (2) consapevolezza (2) convitato (1) cubanocho (1) culo (1) derviscio (1) desiderio (1) dialetto (2) dignità (1) Dio (2) divina (1) essere umani (2) google (1) gratitudine (4) grazie (2) Hafez (3) Hagakure (1) haiku (1) haiti (8) ignoranza (3) imprecazioni (1) infischiarsene (1) integrità (1) intenzione (2) iperboli (1) libertà (1) loneliness (1) macchina (1) macrobiotica (2) maestri (3) maiali (1) manifestazione (1) Martissant (3) mauvaisereputation (1) max cosci (1) medici senza frontiere (4) merda (5) meritocrazia (1) messaggero (1) Mevlana (1) MIMMO FERRETTI (1) missione (2) misticismo (1) mitchell (1) mondegreen (1) morte (2) msf (5) mutande (1) nazismo (1) neologismo (1) Neropositivo (1) obama (2) ombra (1) orwell (1) Osho (4) ospedali (2) Papà (2) papaveri (2) parola (2) parolacce (1) parole (2) passione (1) patata (2) paura (1) petrolini (1) piacioni (1) poesia (5) preparazione (1) presente (3) primal (1) prostituzione (2) pubblicità (1) religione (1) repubblica (2) ricetta (3) riconoscenza (2) rifarsi (2) ringraziamento (3) romanesco (4) Rumi (4) samurai (1) sardegna (1) schifo. vergogna (1) serendipity (1) silenzio (6) sinistra (1) solità (1) solodarietà (1) sopravvivenza (1) stronzosauri (1) stupidità (1) sufi (12) superficialità (1) t.s. eliot (1) tao (3) taoismo (2) tempo (1) terra. (1) terremoto (1) tips (1) tofu (1) topica (1) traduzione (2) transgressione (1) turpiloquio (1) umanità (1) umiliazione (1) umore (1) vaffanculo (1) vanità (1) vegetariano (1) verbosità (1) vergogna (2) verità (3) vetriolo (2) viale marconi (1) video (1) vignette (1) vino (1) violenza (1) volontà (2) vuoto (4) yin e yang (1)