lunedì 5 luglio 2010

"E buio fu."



In alcune incongrue e casuali conversazioni a carattere spirituale che mi trovo - mio malgrado? - ad intrattenere nei posti in cui lavoro, mi accade di venire fulminato dalla semplicità di alcune realtà che sembrano essere state nascoste chissà dove mentre erano sempre davanti ai miei occhi. E il titolo di questo post ne è un esempio. Siamo stati educati ed abituati a sentire una versione opposta di questa affermazione, un resoconto della creazione in cui "il signore con la barba" creò la luce.
Mentre, se dovessi accettare l'idea che buio e luce siano due entità/qualità contrapposte - e non complementari, anzi, simbiontiche, naturalmente alternantesi - mi verrebbe più naturale pensare che Dio (Zeus, Dios, dies, luce, giorno) essenza luminosa per antonomasia, abbia creato il buio, per rendere possibile distinguere la differenza. E' impossibile riconoscere la luce, senza il buio. Per questo, l'oscurità, la tenebra, l'ombra, hanno una valenza molto più funzionale che avversativa. Almeno credo.
Mi sono addentrato anche troppo in questo territorio complesso. Hafez, per citare uno dei miei preferiti, e, per esempio, Franco Battiato, ne hanno dato un'interpretazione più luminosa.
Io, in fondo, volevo solo fare un thumbz up al samurai che mi ha illuminato con questo brillante calembour.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

accidenti che conversazioni elevate intrattieni nei posti di lavoro! (da noi non si ragiona mai di tali argomenti, molto ma molto più terra terra!)

Quanto al quesito...... per me luce e buio sono più che altro simultanei, poiché affermando l'esistenza dell'uno, ne sottolineo la possibile non esistenza, ovvero il suo opposto.

Molto più complesso è rapportare tutto al principale (ammesso che esista) e alla sua possibilità creatrice, nel senso non credo che abbia un inizio,
se è sempre stato, sono sempre esistiti anche i suoi attributi (la luce, e di conseguenza anche il buio) per cui forse non ha avuto modo di crearli

alb

vix ha detto...

allora è un problema mio:D se ho queste conversazioni...

invece, per rispondere o meglio commentare la tua osservazione, voglio dire che condivido al 200% la tua conclusione.

LaCò ha detto...

Perchè quando c'ero anche io non si parlava mai di cose così interessanti?

Mi piace l'idea di un Dio che crea il buio per farsi vedere meglio.

vix ha detto...

Ciao Cò! Si vede che parlavamo troppo di lavoro...
In effetti, ancor meglio che creare, questo Dio di cui parliamo, manifesta. Non nel senso gruppettaro o sindacalista del termine, ma nel senso di far emergere di volta in volta una o più delle sue zillionesiminfinite qualità. A seconda de come je gira.

Etichette

accompagnare il colpo (1) acido (1) addio (2) advertising (1) aloneness (1) animali (2) anni '70 (2) ansia (1) antichrist (1) aria (1) aristotele (1) arrivederci (1) AS ROMA (3) assenza (1) ASTI (1) autocommiserazione (2) autoindulgenza (1) bambini (3) barefoot (2) Basho (1) bestemmie (2) BRASSENS (10) campari (1) capomissione (1) catarsi (2) cazzate (1) chinotto (1) cibo (1) cinismo (1) Claudio (1) co-dependency (1) combinazioni (2) consapevolezza (2) convitato (1) cubanocho (1) culo (1) derviscio (1) desiderio (1) dialetto (2) dignità (1) Dio (2) divina (1) essere umani (2) google (1) gratitudine (4) grazie (2) Hafez (3) Hagakure (1) haiku (1) haiti (8) ignoranza (3) imprecazioni (1) infischiarsene (1) integrità (1) intenzione (2) iperboli (1) libertà (1) loneliness (1) macchina (1) macrobiotica (2) maestri (3) maiali (1) manifestazione (1) Martissant (3) mauvaisereputation (1) max cosci (1) medici senza frontiere (4) merda (5) meritocrazia (1) messaggero (1) Mevlana (1) MIMMO FERRETTI (1) missione (2) misticismo (1) mitchell (1) mondegreen (1) morte (2) msf (5) mutande (1) nazismo (1) neologismo (1) Neropositivo (1) obama (2) ombra (1) orwell (1) Osho (4) ospedali (2) Papà (2) papaveri (2) parola (2) parolacce (1) parole (2) passione (1) patata (2) paura (1) petrolini (1) piacioni (1) poesia (5) preparazione (1) presente (3) primal (1) prostituzione (2) pubblicità (1) religione (1) repubblica (2) ricetta (3) riconoscenza (2) rifarsi (2) ringraziamento (3) romanesco (4) Rumi (4) samurai (1) sardegna (1) schifo. vergogna (1) serendipity (1) silenzio (6) sinistra (1) solità (1) solodarietà (1) sopravvivenza (1) stronzosauri (1) stupidità (1) sufi (12) superficialità (1) t.s. eliot (1) tao (3) taoismo (2) tempo (1) terra. (1) terremoto (1) tips (1) tofu (1) topica (1) traduzione (2) transgressione (1) turpiloquio (1) umanità (1) umiliazione (1) umore (1) vaffanculo (1) vanità (1) vegetariano (1) verbosità (1) vergogna (2) verità (3) vetriolo (2) viale marconi (1) video (1) vignette (1) vino (1) violenza (1) volontà (2) vuoto (4) yin e yang (1)