martedì 11 maggio 2010

O tempora, o biondes


Questo sciocco calembour mi girava in testa da qualche giorno. Allora, non avendo a portata di memoria alcunché di divertente a riguardo, ho spigolato qua e là – meglio, ho googlato qua è là - alla ricerca di qualche spunto per rimpolparlo. Avrei voluto trovare qualche simpatico aneddoto, qualche curiosità per confrontare le bionde d’antan con quelle d’oggidì. Ma ho avuto poco tempo e, soprattutto, un internet che funziona a manovella. O magari non ho fatto le ricerche giuste. Alla fine, stamattina ho trovato due cose che mi hanno incuriosito a sufficienza. Uno è un sito che contiene 287 fra battute, freddure, volgarità, citazioni, dedicate al comunissimo “typical blonde moment”, un’equazione nuda e cruda, declinata con alcune (poche) varianti divertenti e molte ripetizioni. Ho l’impressione che il compilatore di questa pagina abbia attinto a piene mani da siti americani, soprattutto per le battute più volgari. L’assione, ovviamente, è chiaro: le bionde sono stupide. Ora, ho trovato molto più interessante la teoria sostenuta dalla professoressa Thierry Meyer, docente di psicologia sociale presso l’università di Nanterre, secondo la quale le bionde renderebbero invece più stupidi gli uomini:
"l'attività cerebrale diminuisce, il quoziente intellettivo scende, le capacità cognitive vengono in buona parte ibernate"
.
Ecco, qui io posso testimoniare perché, in una mia vità passata, sono stato ostaggio di una stronxa per più anni di quanto voglia ricordare, e la signora era (è) per l’appunto bionda naturale. E tanto per confermare un altro luogo comune, anch’io poi ho sposato una mora. Vorrei sgombrare il campo da qualsiasi sospetto di razzismo: non ho niente contro le bionde, anzi, due delle donne che amo di più al mondo – mia sorella e la mia maestra – lo sono. Volevo solo intrattenermi con queste quisquilie per alleggerire questo blog un po’ abbandonato . Un ultimo dettaglio sul tempo, tanto per riallacciarmi alla pseudo citazione ciceroniana del titolo: pare che fra 200 anni le bionde non ci saranno più, perché, essendo portatrici di un gene recessivo, sono destinate ad una prossima estinzione. Chi vuole approfittarne, o farsene approfittare, non ci pensi due volte.
Certe cose è sempre meglio verificarle di persona.

2 commenti:

descrittore ha detto...

Letture Consigliate:

Title: Big Blondes
Author: Jean Echenoz
Genre: Novel
Written: 1995 (Eng. 1997)
Length: 201 pages

LaCò ha detto...

Io ho un fidanzato biondo (oddio per noi Italiani è biondo, per lui mezzo inglese è brunette) ed è decisamente meglio di tutti i mori che ho conosciuto prima di lui.

Ah l'eterna ed insanabile differenza fra uomini e donne!

Etichette

accompagnare il colpo (1) acido (1) addio (2) advertising (1) aloneness (1) animali (2) anni '70 (2) ansia (1) antichrist (1) aria (1) aristotele (1) arrivederci (1) AS ROMA (3) assenza (1) ASTI (1) autocommiserazione (2) autoindulgenza (1) bambini (3) barefoot (2) Basho (1) bestemmie (2) BRASSENS (10) campari (1) capomissione (1) catarsi (2) cazzate (1) chinotto (1) cibo (1) cinismo (1) Claudio (1) co-dependency (1) combinazioni (2) consapevolezza (2) convitato (1) cubanocho (1) culo (1) derviscio (1) desiderio (1) dialetto (2) dignità (1) Dio (2) divina (1) essere umani (2) google (1) gratitudine (4) grazie (2) Hafez (3) Hagakure (1) haiku (1) haiti (8) ignoranza (3) imprecazioni (1) infischiarsene (1) integrità (1) intenzione (2) iperboli (1) libertà (1) loneliness (1) macchina (1) macrobiotica (2) maestri (3) maiali (1) manifestazione (1) Martissant (3) mauvaisereputation (1) max cosci (1) medici senza frontiere (4) merda (5) meritocrazia (1) messaggero (1) Mevlana (1) MIMMO FERRETTI (1) missione (2) misticismo (1) mitchell (1) mondegreen (1) morte (2) msf (5) mutande (1) nazismo (1) neologismo (1) Neropositivo (1) obama (2) ombra (1) orwell (1) Osho (4) ospedali (2) Papà (2) papaveri (2) parola (2) parolacce (1) parole (2) passione (1) patata (2) paura (1) petrolini (1) piacioni (1) poesia (5) preparazione (1) presente (3) primal (1) prostituzione (2) pubblicità (1) religione (1) repubblica (2) ricetta (3) riconoscenza (2) rifarsi (2) ringraziamento (3) romanesco (4) Rumi (4) samurai (1) sardegna (1) schifo. vergogna (1) serendipity (1) silenzio (6) sinistra (1) solità (1) solodarietà (1) sopravvivenza (1) stronzosauri (1) stupidità (1) sufi (12) superficialità (1) t.s. eliot (1) tao (3) taoismo (2) tempo (1) terra. (1) terremoto (1) tips (1) tofu (1) topica (1) traduzione (2) transgressione (1) turpiloquio (1) umanità (1) umiliazione (1) umore (1) vaffanculo (1) vanità (1) vegetariano (1) verbosità (1) vergogna (2) verità (3) vetriolo (2) viale marconi (1) video (1) vignette (1) vino (1) violenza (1) volontà (2) vuoto (4) yin e yang (1)