martedì 19 maggio 2009

Alcune banalità.


Perché la vita sembra, a volte, noiosa e banale? Perchè talvolta lo è, viene spontaneo dire. E' scontato, no?
Non credo. Non credo ci sia nulla di scontato, nella nostra vita.
E' un vezzo, soprattutto per noi partecipanti al grande Monopoli chiamato civilizzazione, dare per scontato un numero sempre maggiore di aspetti dell'esistenza.
In molti angoli del mondo, quello che è scontato qui, ha tutto un altro prezzo. E, soprattutto, un altro valore.
Mi è stata offerta un'opportunità di vederlo da vicino. Penso sia un privilegio, e ne sono grato. Anche se non sarà, probabilmente, un pic nic.
Ve lo saprò dire, insh'allah, fra una settimana circa.
Nel frattempo, se volete, rivalutate alcune banalità della vostra vita.
Un caro saluto a tutti.

4 commenti:

fatacarabina - remedios ha detto...

Sarà fatto, tu torna con informazioni e dettagli di quelli che tu sai raccontare.
Buon viaggio :)

Confinidiversi ha detto...

La quotidiana banalità del nostro vivere riduce la complessità della realtà. Il routinismo spezza la pesantezza del pensiero.
Banalità: lo strumento per vivere meglio, lasciando la consapevolezza dell'enormità del mondo rispetto alla nostra infima essenza, relegata ai momenti di buia depressione post-sbornia..
Mo' son quasi le sei e vado a fare l'aperitivo..to'!

sid ha detto...

un mio amico medico ha fatto già due missioni con Emergency. ne torna devastato ma quello che riceve è talmente tanto e talmente forte che non riesce più a farne a meno.
sono convinta che sarà una delle esperienze più importanti della tua vita. e comunque bravo!

vix ha detto...

@ fata, grazie, con un po' di pazienza sarà fatto:)

@ confini, condivido soprattutto l'ultima riga;-)

@ sid, grazie, ma io ho nessun merito in questo. grazie a loro che ci hanno invitato e portato là, dove fanno tutto quello che fanno.

Etichette

accompagnare il colpo (1) acido (1) addio (2) advertising (1) aloneness (1) animali (2) anni '70 (2) ansia (1) antichrist (1) aria (1) aristotele (1) arrivederci (1) AS ROMA (3) assenza (1) ASTI (1) autocommiserazione (2) autoindulgenza (1) bambini (3) barefoot (2) Basho (1) bestemmie (2) BRASSENS (10) campari (1) capomissione (1) catarsi (2) cazzate (1) chinotto (1) cibo (1) cinismo (1) Claudio (1) co-dependency (1) combinazioni (2) consapevolezza (2) convitato (1) cubanocho (1) culo (1) derviscio (1) desiderio (1) dialetto (2) dignità (1) Dio (2) divina (1) essere umani (2) google (1) gratitudine (4) grazie (2) Hafez (3) Hagakure (1) haiku (1) haiti (8) ignoranza (3) imprecazioni (1) infischiarsene (1) integrità (1) intenzione (2) iperboli (1) libertà (1) loneliness (1) macchina (1) macrobiotica (2) maestri (3) maiali (1) manifestazione (1) Martissant (3) mauvaisereputation (1) max cosci (1) medici senza frontiere (4) merda (5) meritocrazia (1) messaggero (1) Mevlana (1) MIMMO FERRETTI (1) missione (2) misticismo (1) mitchell (1) mondegreen (1) morte (2) msf (5) mutande (1) nazismo (1) neologismo (1) Neropositivo (1) obama (2) ombra (1) orwell (1) Osho (4) ospedali (2) Papà (2) papaveri (2) parola (2) parolacce (1) parole (2) passione (1) patata (2) paura (1) petrolini (1) piacioni (1) poesia (5) preparazione (1) presente (3) primal (1) prostituzione (2) pubblicità (1) religione (1) repubblica (2) ricetta (3) riconoscenza (2) rifarsi (2) ringraziamento (3) romanesco (4) Rumi (4) samurai (1) sardegna (1) schifo. vergogna (1) serendipity (1) silenzio (6) sinistra (1) solità (1) solodarietà (1) sopravvivenza (1) stronzosauri (1) stupidità (1) sufi (12) superficialità (1) t.s. eliot (1) tao (3) taoismo (2) tempo (1) terra. (1) terremoto (1) tips (1) tofu (1) topica (1) traduzione (2) transgressione (1) turpiloquio (1) umanità (1) umiliazione (1) umore (1) vaffanculo (1) vanità (1) vegetariano (1) verbosità (1) vergogna (2) verità (3) vetriolo (2) viale marconi (1) video (1) vignette (1) vino (1) violenza (1) volontà (2) vuoto (4) yin e yang (1)